Col cappello...


Piegata alla finestra, son qui che penso al ricordo che mi resta,
di quella volta col bel cuoco, che mi accendeva come il fuoco.

Nuda col cappello, rimpiango il suo pisello,
bello come un dio greco, mi prendeva fronte e retro.

Mentre ora sola che son qua, chi più mi scalderà?
Spero un giorno ritornerà e la mia passera cucinerà...

I am bent at the window and I am here to remind what I have left,
that time I was with the beautiful cook and he kindled me like fire.

Nude with hat, I remember his dick,
beautiful as a greek god, fucked me front and back.

But now that I am alone, who put me on fire again?
I hope one day he will return and my pussy will cook ...

Commenti

  1. ahahah bel sonetto..
    e bel cappello ;)

    RispondiElimina
  2. Meraviglioso lato b

    RispondiElimina
  3. Complimenti, sei bellissimaaaaaaaaaa!!!

    RispondiElimina
  4. Come sempre tutti molto carini ;)
    Baci Monella

    RispondiElimina
  5. Sarebbe un privilegio riempire di dolci morsi salivanti la parte bianca di quel bellissimo e intrigante fondoschiena

    RispondiElimina
  6. te lo mangerei quel culo

    RispondiElimina
  7. Che belle rime che hai scritto. io non sono un cuoco monella ma ti farei provare il mio bel pisello by Renzo
    PS per oggi basta foto e video ahah mi sento frizzantino baci

    RispondiElimina

Posta un commento